Benefici delle diverse acque termali

Bagni Termali

Il Bel Pese è noto per la sua particolare conformazione idro-geologica, in quanto vanta una tradizione molto antica legata alle acque termali. Già il popolo dei romani era solito recarsi presso le terme, ritenuti dei luoghi di incontro e socializzazione, per poter beneficiare a livello estetico e curativo, dell’acqua naturale sgorgante dalle sorgenti.

Attualmente rispetto agli anni passati, non è più sufficiente affermare di andare alle terme per una cura termale. Le molteplici classificazioni dell’acqua, tendono infatti a cambiare in relazione alle proprietà e alla composizione presente al suo interno. Come avviene così per le molteplici terapie naturali, allo stesso modo le cura con l’acqua non possono venire eseguite senza l’intervento del medico. In alcuni casi potrebbero scaturirsi degli effetti collaterali frutto delle controindicazioni.

Cos'è l'acqua termale e quali sono le sue tipologie

I principali benefici delle acque termali possono essere rinvenuti in molteplici parti dell’organismo. In particolar modo riescono a curare alcuni disturbi legati alla riabilitazione e alla disintossicazione. Prima di analizzare i suoi vantaggi occorre precisare che l’acqua termale è semplicemente una sostanza alcalina in cui al suo interno sono presenti: iodio, zolfo, ferro, cloro, molteplici elementi di calcio.

In relazione ad una serie di parametri specifici, in cui rientrano le caratteristiche fisiche e chimiche, la qualità chimico-fisica e le virtù terapeutiche, l’acqua può venire classificata in diverse tipologie. Tra di queste vi sono: acque solfate, acque sulfuree, acque cloruro-sodiche, acque radioattive, acque salso-bromo-iodiche, acque bicarbonate, acque marine-talassoterapia.

I benefici delle acque solfate e sulfuree

Grazie alle cure termali utilizzando appunto l’acqua ricca di importanti elementi chimici, riesce ad apportare all’organismo una serie di benefici, mentre al contrario contrasta alcune malattie. 

In particolar modo le acque solfate, sono indicate per andare a risolvere eventuali problematiche legate al fegato, all’apparato gastrointestinale e a quello digerente. I trattamenti vengono svolti facendo bere al paziente l’acqua oppure andando ad applicare dei fanghi direttamente su alcune zone del corpo. In poco tempo il soggetto affetto da questi disturbi noterà un graduale miglioramento che lo porterà addirittura a vedere scomparsa la patologia presente. 

Un discorso più ampio meritano le acque sulfuree. Proprio tali acque infatti sono tra le più diffuse in Italia e nelle Terme Sabine di Cretone, l’acqua termale sulfurea sgorga a 23 gradi. I benefici che apportano sono davvero tantissimi e in particolar modo sono legati ai fastidi cutanei, respiratori e dermatologici.

Le cure termali con questo tipo di sostanza, ricca di zolfo, riescono a garantire un benessere completo in tutto l’organismo. La ricerca scientifica ha evidenziato inoltre come proprio le patologie croniche riescono a venire alleviate con l’acqua termale sulfurea. Quest’ultima viene somministrata tramite inalazione oppure con i fanghi per rinnovare le cellule delle mucose e della cute ma esercita anche una forte azione antinfiammatoria.

I medici andando ad analizzare e prendendo in esame soprattutto le Terme Sabine di Cretone hanno compreso inoltre che le cure termali con l’acqua sulfurea riescono ad influenzare in modo positivo sulle difese immunitarie. La scoperta ha permesso di andare a trovare una risposta, se pur non ancora definitiva, alla lotta contro l’AIDS, incentivando le ricerche su questa malattia. Si stima infatti che proprio l’idrogeno solforato presente nell’acqua termale sulfurea riesca a prevenire la cronicizzazione della patologia ed evitare che si manifestano delle infiammazioni acute.

Fondamentale è stata la scoperta che ha permesso di portare alla luce una grossa novità sulle cellule dei mammiferi. Tali animali sembrano infatti produrre una quota di H2S, ovvero un gas che agisce come trasmettitore chimico tra le cellule.
Appare quindi evidente che i benefici prodotti dall’acqua termale sulfurea sono davvero tantissimi e tutte le nuove conoscenze sulle Terme Sabine di Cretone permettono oggi di trovare nuove possibile terapie.

Gli effetti positivi prodotti dalle acque termali

Una volta aver analizzato i benefici dell’acqua termale sulfurea, un occhio di riguardo deve essere riservato anche alle altre tipologie di cure termali.
Le acque cloruro-sodiche infatti contengono, come dicono il nome stesso, sodio e cloro, due elementi chimici molto importanti per trattare i problemi delle articolazioni e delle ossa. Grazie a queste acque inoltre è possibile curare i disturbi digestivi e respiratori. 

Derivanti dalle rocce e dai minerali sono invece le acque radioattive. Le più famose in tale gruppo sono sicuramente quelle di Albano, in quanto riescono a stimolare le proprietà anti-infiammatorie e le difese immunitarie. Le acque saldo-bromo-iodiche, sono ricche di iodio, sodio e bromo. Le sue caratteristiche le hanno reso perfette per curare i disturbi cutanei o osteoarticolari soprattutto per quanto concerne l’apparato riproduttivo femminile.

Ugualmente importanti si presentano le acque bicarbonate, note per la loro facoltà di incentivare la disintossicazione del fegato e per favorire la digestione. Si trovano non soltanto nelle stazioni termali ma anche comunemente in commercio. Infine vi è l’acqua marina. Rispetto alle precedenti l’acqua in questione è perfetta per andare a risolvere eventuali disturbi soprattutto per merito del sale presente al suo interno. L’acqua marina è antibatterica e questo agevola la circolazione, contribuisce ad irrobustire le ossa e favorire la respirazione.

L'acqua termale e le sue cure

In relazione alla composizione che presenta l’acqua termale, si possono ottenere molteplici rimedi per le patologie. Nel caso delle vie respiratorie in cui si soffre ad esempio di otite o sinusite oppure delle malattie sulla pelle, l’acqua termale sulfurea, contrasta la dermatite seborroica e atopica. Allo stesso tempo è possibile rafforzare l’intero sistema immunitario, stimolando l’organismo verso i malanni prodotti della stagione invernale come raffreddore, tosse ed influenza.

Il corpo in questo modo viene purificato, aumentando l’eliminazione delle impurità e ripristinando le normali capacità respiratorie. Le acque termali apportano benefici inoltre all’intestino soprattutto in quei casi in cui si soffre di stipsi, colon irritabile e problemi intestinali. Si potrà finalmente rilassarsi e riposarsi in quanto le terme donano una sensazione di benessere anche allo spirito. La mente riuscirà a distendere la tensione gradualmente e al contempo è possibile migliorare la qualità del sonno.

Ulteriori benefici possono essere avvertiti sulla cartilagine presente nelle articolazioni oppure alle malattie vascolari.

Appare evidente quindi che le acque termali riescano a favorire tantissimi benefici al corpo, andando a contrastare in alcuni casi specifiche malattie a volte super fastidio mentre in altre circostanze vere e proprie problematiche.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest